Ecoreati: arriva la legge contro i delitti ambientali

processoE’ stato approvato in Senato il disegno di legge che punirà tutti i colpevoli di reati contro l’ambiente, con particolare riferimento a tutte quelle azioni lesive dell’integrità e dell’equilibrio ambientale. Con 165 voti favorevoli la norma passa ora alla fase successiva: l’approvazione conclusiva alla Camera.

Il decreto, approvato in Senato il 4 marzo scorso, rappresenta un passo importante nell’ottica di una maggior tutela e rispetto delle corrette procedure nelle attività legate all’ambiente e alla biodiversità: se infatti il disegno di legge diventasse norma a tutti gli effetti, e senza ulteriori modifiche, questa prevederebbe l’istituzione ufficiale dei cosiddetti ‘reati penali contro l’ambiente’.

Nel testo, particolare rilevanza la ricopre l’art.452/bis che regolarizza i termini del ‘delitto di inquinamento ambientale’ e arriverebbe a punire, con sanzioni pecuniarie fino a  80.000 euro e la reclusione fino a 4 anni, tutti coloro che causino una compromissione o un deterioramento delle acque, dell’aria, del suolo, di flora o fauna. Sono previsti dal provvedimento cinque nuovi reati: inquinamento e disastro ambientale, traffico e abbandono di materiale radioattivo e di impedimento di controllo.

La norma si inserisce come una piccola rivoluzione nel mondo delle attività legate al territorio ed è frutto di una sinergia di intenti messa in atto dai principali gruppi politici e dalle associazioni ambientali.

Lascia un commento