Il DURC ora valido fino a 120 giorni

Il nuovo Dl 69/2013, convertito nella legge 98/2013, ha introdotto una nuova e importante novità sul DURC (documento unico di regolarità contributiva) nell’ambito delle semplificazioni amministrative, di cui il nostro Paese ha tanto bisogno per facilitare il lavoro delle aziende e la ripresa economica.

Secondo l’articolo 31 della legge, infatti, l’obbligo di provvedere all’acquisizione del DURC viene spostato solo sulle stazioni appaltanti. In pratica, le imprese che partecipano ad un appalto e che hanno già fatto una auto dichiarazione circa il DURC in fase di ammissione vengono esonerate dalla presentazione del certificato.

Inoltre, il DURC aumenta la validità a 120 giorni, e lo stesso documento può essere utilizzato dalle stazioni appaltanti anche per altri appalti o lavori commissionati alla stessa azienda. Anche per i pagamenti degli avanzamenti lavori, l’impresa dovrà presentare un nuovo DURC ogni 120 giorni, e questo sarà sufficiente per dare luogo ai pagamenti. Diverso discorso solo per la chiusura lavori, in occasione della quale dovrà essere presentato un nuovo documento.

Insomma: una importante novità per tutte le aziende che, come il Gruppo Marazzato, sono spesso impegnate su gare ed appalti pubblici.

Se volete approfondire l’argomento, trovate maggiori dettagli in questo articolo (http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2013-08-26/addio-durc-getta-atto-064900.shtml?uuid=AbLhUOQI)

Lascia un commento